Crediti Formativi

Il corso eroga 70 CFU, suddivisi in 58 CFU di didattica frontale, 6 CFU di tirocinio e 6 CFU per la discussione del Progetto di Valorizzazione.
Gli architetti interessati potranno richiedere in autocertificazione il riconoscimento di 20 CFP direttamente dalla propria area riservata del portale IM@teria.


Scarica la brochure

Topics

Il principale obiettivo del master è quello di formare dei professionisti nell’ambito della valorizzazione del patrimonio culturale in grado di:

  • generare processi di sviluppo sostenibile delle aree interessate;
  • operare a livelli diversi all’interno delle P.A., dell’associazionismo e di enti privati;
  • sviluppare le capacità di lavoro in equipe all’interno di un panorama pluridisciplinare;
  • generare percorsi partecipativi con il fine di dare avvio ad iniziative in grado di valorizzare il patrimonio culturale.

Il master offre agli iscritti molteplici attività formative che, grazie anche alla pluridisciplinarità dei temi trattati, contribuiscono al raggiungimento delle competenze necessarie ad operare consapevolmente in un ambito complesso come quello dei beni culturali. E' quindi strutturato in:

  • lezioni frontali, che si avvarranno anche di comunicazioni impartite da esperti esterni di provata esperienza;
  • analisi di casi esemplari realizzati in ambito nazionale e internazionale;
  • esercitazioni su casi di studio, da realizzarsi mediante la formula del laboratorio;
  • visite guidate;
  • approfondimenti personali dei temi trattati in ciascuna materia da realizzarsi mediante tutorial;
  • tirocinio formativo presso un ente o un’azienda;
  • elaborazione di un Progetto di Valorizzazione finale.

In particolare le lezioni frontali riguardano tematiche relative a:

  • Beni culturali e del paesaggio:
    - beni di interesse archeologico,
    - beni di interesse storico-architettonico,
    - beni di interesse storico-artistico,
    - beni di interesse demoetnoantro-pologico,
    - paesaggio
  • Musei, archivi e biblioteche
  • Creatività contemporanea:
    - arte,
    - architettura e città,
    - fotografia,
    - design
  • Spettacolo, cinema e audiovisivi:
    - musica,
    - danza,
    - teatro,
    - spettacolo,
    - espressioni culturali,
    - attività cinematografica,
    - produzioni audiovisive
  • Turismo
  • Comunicazione per il patrimonio culturale:
    - comunicazione per i beni culturali,
    - rappresentazione 3D avanzata
  • Aspetti normativi e giuridici
  • Valutazione economico-finaziaria, reperimento fondi e redazione dei progetti:
    - ambito comunale,
    - ambito regionale,
    - ambito nazionale,
    - ambito europeo


Mercato del lavoro

Il master mira a formare professionisti in grado di operare all’interno delle pubbliche amministrazioni, dell’associazionismo e di enti privati in merito alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio culturale. Si propone cioè di formare professionisti capaci di comprendere e analizzare i processi di conservazione e gestione del patrimonio culturale e di progettare modalità di intervento in grado di valorizzare e promuovere il patrimonio stesso traendone benefici per la comunità.


Destinatari del corso

I destinatari del corso sono laureati in Architettura, Ingegneria Civile, Ingegneria Edile, Archeologia, Storia, Antropologia, Scienze Sociali o titoli affini.


Orario

Il master è articolato su un anno accademico.
Le lezioni si svolgeranno nel periodo Gennaio-Ottobre 2021 tutti i venerdì dalle ore 9 alle ore 18.